Oltre l’audiolibro

Una voce per Thomas Jay è più di un audiolibro. È una voce che grida al di sopra delle logiche di mercato e vuole imporsi come un punto di partenza per un ritorno ai contenuti e l’espressione.

Non si può creare arte perché abbia un mercato. La logica è fallace perché castra a priori il prodotto stesso che intende vendere. Ne risulta una generale omologazione, che poi si fraintende come ‘domanda’. In realtà, quella ‘domanda’ è frutto di una manipolazione e una pigrizia che altri non è che la rappresentazione economica del populismo politico: ti prometto quello di cui ti ho convinto che tu voglia avere.

L’artista invece deve poter esprimere e rappresentare la propria visione, perché questo è il suo ruolo. Il pubblico, d’altra parte, va rispettato, cercato, coltivato. L’insieme forma un tessuto compatto che dà vita ad una società migliore.

Sostieni questo progetto: https://www.kickstarter.com/projects/thomasjay/una-voce-per-thomas-jay-a-voice-for-thomas-jay